Iscrizione al BTO 2012: si parte il 17 Settembre

BTO - Buy Tourism Online 2012

 

Siamo a Settembre ed ormai si attende solo il programma definitivo del Buy Tourism Online 2012 che, come già detto, quest’anno si svolgerà a Fortezza da Basso.

Il 17 Settembre partiranno ufficialmente le iscrizioni che, secondo le corrette pratiche del revenue management, permetteranno a chi prenota prima di risparmiare qualche “spicciolo“.

Vediamo subito, quindi, le scadenze delle offerte “early booking” ed i relativi costi.

Per coloro che confermeranno la propria partecipazione, effettuando il versamento previsto per l’acquisto del biglietto, dal 17 Settembre al 05 Ottobre inclusi, il costo è di € 150,00 + IVA. Per chi desiderasse usufruire anche del lunch, il ticket è di € 195,00 + IVA.

La seconda offerta si chiama “fidelity” ed è valida per ticket acquistati dal 06 al 28 Ottobre. In questo caso il costo del ticket sarà di € 180,00 + IVA, con il lunch € 225,00 + IVA.

Dal 29 Ottobre, fino al sold out, il costo del ticket sarà di € 215,00 + IVA, con il lunch € 260,00 + IVA.

Piacevole sorpresa è l’introduzione di un ticket agevolato per i giovani che ha, come unico neo, quello di farmi sentire “meno giovane“. Per tutti gli under 26 è prevista, infatti, la tariffa agevolata di € 90,00 + IVA senza lunch e € 135,00 + IVA con il lunch.

Veramente un bel segnale da parte degli organizzatori del BTO che intendono, in tal modo, favorire l’avvicinamento da parte delle “Young People” alle tematiche del turismo online.

Non ci resta che attendere la pubblicazione del programma definitivo della due giorni più attesa da tutti gli operatori del turismo sensibili al comparto online e dal 17 tutti pronti…si parte!

Marcello Coppola

Tecnico hardware e docente di informatica prima. IT manager e capo ricevimento in hotel poi. La vita è troppo breve per riuscire a sperimentare tutto ciò che vorrei. Per questo ho deciso di dare vita ad Atlantis Innovation Lab: un laboratorio grazie al quale aiutare le aziende ad accogliere l'innovazione. Credo che la formazione continua sia la prerogativa di ogni professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *