Online il programma del Buy Tourism Online 2012

Programma ufficiale del Buy Tourism Online 2012

E’ finalmente ufficiale: da oggi il programma del BTO 2012 è consultabile sul sito ufficiale del Buy Tourism Online.

Come ogni anno gli interventi sono tutti improntati al mondo del turismo online, ma con un accento particolare sull’innovazione.

Mobile, mobile e ancora mobile è la parola d’ordine di quest’anno che sta vedendo l’affermarsi dell’abitudine di un numero sempre maggiore di utenti nell’utilizzare smartphone e tablet non solo per consultare prodotti ed offerte, ma anche per completare il processo di acquisto direttamente pochi minuti prima della fruizione del prodotto scelto.

Particolare attenzione è riservata anche ai nuovi modi di viaggiare. L’esperienza “divano” proposta da servizi quali HomeAway e Airbnb potrà rivoluzionare il nostro modo di viaggiare? Forse dopo il BTO  a Fortezza da Basso avremo qualche dato in più per rifletterci.

Immancabile l’argomento Tripadvisor che mai come quest’anno ha suscitato polemiche e lamentele da parte degli albergatori: Liguria, Pisa, Sorrento e la stessa Federalberghi hanno inveito contro il Gufo e contestato le review della Rete.

Si parlerà anche di meteo e dell’effetto delle previsioni metereologiche sui flussi turistici, di pay per click, di app e dei tanto amati\odiati coupon. Non mancheranno le ricerche di PhoCusWright che ci aiuteranno a capire come si sta muovendo l’Italia nel suo “complicato” rapporto con l’online.

Poi ancora OLTA e ancora Social Media perché i mezzi si evolvono, la comunicazione cambia, ma non bisogna mai dare nulla per scontato. Tingo e social commerce, marketing, creatività, nuovi mercati. Questo e tanto altro durante la due giorni più attesa dagli operatori del turismo sensibili al comparto online.

A breve verrà ufficializzato anche il calendario della “cassetta degli attrezzi“, quindi…teniamoci in contatto 😉

Marcello Coppola

Tecnico hardware e docente di informatica prima. IT manager e capo ricevimento in hotel poi. La vita è troppo breve per riuscire a sperimentare tutto ciò che vorrei. Per questo ho deciso di dare vita ad Atlantis Innovation Lab: un laboratorio grazie al quale aiutare le aziende ad accogliere l'innovazione. Credo che la formazione continua sia la prerogativa di ogni professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *