Arrivano i Rich Pins per gli account business di Pinterest

I Rich Pins sono la novità introdotta da Pinterest per gli account business

Questa mattina gli amanti di Pinterest si sono svegliati con una bella sorpresa. Pinterest introduce nuove fuonzionalità ai “pin” per gli account “business“. Infatti, da oggi, è possibile utilizzare le tre nuove tipologie di pin: prodotti, ricette e film.

I pins della categoria prodotti avranno a disposizione nuovi campi molto utili per coloro che utilizzano il Social Network basato sulla condivisione di immagini per promuovere i propri articoli. Prezzo, disponibilità e luogo dove acquistare il prodotto sono, infatti, i nuovi utilissimi campi che si possono aggiungere alle immagini.

La categoria ricette, invece, è molto utile per blog di cucina, ma anche hotel, ristoranti, pub e simili. E’, infatti, possibile aggiungere alle foto dei piatti informazioni aggiuntive quali il tempo di cottura, gli ingredienti e le porzioni. Immaginate l’utilità che può avere per un ristorante…

Nuove funzionalità anche per i film. Cinema, teatri, ma anche compagnie teatrali, potranno utilizzare i nuovi Rich Pins per fornire ulteriori informazioni ai potenziali clienti. Il rating, il punteggio attribuito al film, gli attori che compongono il cast, la durata, una breve recensione, insomma, Pinterest aggiunge dei semplici campi e gli impieghi possibili aumentano esponenzialmente.

Se desiderate maggiori informazioni sui Rich Pins, vi invito a consultare il blog ufficiale di Pinterest.

Come attivare i Rich Pins su Pinterest? Andate sulla sezione dedicata ai Rich Pins per gli account business e cliccate sul pulsante “Get started!” in fondo alla pagina.

Mi raccomando: condividete i vostri progetti 😉

Marcello Coppola

Tecnico hardware e docente di informatica prima. IT manager e capo ricevimento in hotel poi. La vita è troppo breve per riuscire a sperimentare tutto ciò che vorrei. Per questo ho deciso di dare vita ad Atlantis Innovation Lab: un laboratorio grazie al quale aiutare le aziende ad accogliere l'innovazione. Credo che la formazione continua sia la prerogativa di ogni professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *