Arriva il Buy Tourism Online 2011…tutti pronti!!

Buy Tourism Online 2011

E’ il secondo anno che, con piacere, pubblico su Web & Turismo la notizia della data del BTOBuy Tourism Online.

Lo faccio con piacere perché partecipare al BTO a Firenze è un’esperienza capace di aprire la mente, di aprire spiragli a riflessioni sul turismo e sulla tecnologia e sulle relazioni che esistono tra queste due discipline.

Chi dovrebbe partecipare al BTO? Secondo me tutti coloro che lavorano in ambito turistico che siano essi receptionist, addetti al booking, banconisti di agenzie di viaggi, direttori, vice direttori, camerieri…si, anche i camerieri!

Diciamoci la verità, se la forza lavoro non si decide a formarsi sulle nuove dinamiche del turismo, sulle nuove metodologie di comunicazione, sui nuovi sistemi del “passaparola”, come può un manager far comprendere dei meccanismi a coloro che, effettivamente, sono l’interfaccia tra l’albergo ed il cliente, tra l’agenzia ed il turista?

Sarebbe interessante andare in giro per l’Italia e chiedere a direttori e responsabili marketing quante iniziative che prevedevano il coinvolgimento dei dipendenti hanno prodotto risultati soddisfacenti.

I dirigenti possono predisporre le iniziative più meravigliose di questo mondo, ma, se coloro che sono “dietro al bancone” non le fanno proprie, se non le comprendono, come possono mai attuarle con la giusta predisposizione?

Questa, a mio avviso, potrebbe essere una sfida interessante per il Buy Tourism Online: coinvolgere la “manovalanza”. Che poi, riflettiamoci, rappresenta la fetta più consistente dell’organico di una struttura ricettiva o agenzia di viaggi che essa sia.

Ah…dimenticavo! Quest’anno il BTO si svolgerà nei giorni 1 e 2 Dicembre presso la stazione Leopolda di Firenze 😉

Marcello Coppola

Tecnico hardware e docente di informatica prima. IT manager e capo ricevimento in hotel poi. La vita è troppo breve per riuscire a sperimentare tutto ciò che vorrei. Per questo ho deciso di dare vita ad Atlantis Innovation Lab: un laboratorio grazie al quale aiutare le aziende ad accogliere l'innovazione. Credo che la formazione continua sia la prerogativa di ogni professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *