L’Europa punta sul digitale per aumentare la propria competitività

Qualche settimana fa è stato pubblicato il portale Visit Europe in versione beta per presentarsi al pubblico con una veste più snella, moderna, cool.

L’Europa è la prima destinazione turistica mondiale. Affinché possa mantenere questo primato, la Commissione incoraggia un nuovo quadro di azioni coordinate all’interno dell’Unione europea nell’ottica di accrescere la competitività e la capacità di crescita sostenibile del turismo europeo.

Affinché l’Europa possa mantenere il primato di principale destinazione turistica mondiale, la Commissione propone un nuovo quadro di azioni coordinate in materia di turismo a livello di UE al fine di rafforzare la competitività e la capacità di crescita sostenibile del turismo europeo.

Questo il sunto dell’operazione “Europa 2020” che si pone importanti obiettivi:

  • portare al 75 % il tasso di occupazione delle persone di età compresa tra 20 e 64 anni;
  • investire il 3 % del prodotto interno lordo (PIL) in ricerca e sviluppo;
  • ridurre le emissioni di carbonio al 20 % (e al 30 % se le condizioni lo permettono), aumentare del 20 % la quota di energie rinnovabili e aumentare l’efficienza energetica del 20 %;
  • ridurre il tasso di abbandono scolastico a meno del 10 % e portare al 40 % il tasso dei giovani laureati;
  • ridurre di 20 milioni il numero delle persone a rischio di povertà.

Il turismo rappresenta la terza maggiore attività socioeconomica dell’Unione Europea e, secondo le stime, genera più del 10% del PIL, fornendo circa il 12% dell’occupazione totale. Il turismo è quindi un settore importante sia per i cittadini che per le imprese dell’UE, in quanto produce un effetto positivo sulla crescita economica e sull’occupazione dell’UE.

Questi i dati presentati sul sito dell’Unione Europea che hanno portato, tra le altre iniziative, alla realizzazione del portale Visit Europe, nato con l’intento di incentivare la visita degli Stati membri puntando sulle singole specificità.

Il Marketing, PR & Communication Manager della European Travel Commission, Miguel Gallego ha dichiarato che le presenze sono previste in crescita anche se in Europa siamo più lenti rispetto Sud Est Asiatico che è molto più attivo e sta crescendo molto più velocemente.

Attualmente la quota di mercato dell’Europa in ambito turistico è del 52%, afferma ancora Gallego. Le previsioni indicano che entro il 2020 questa quota scenderà al 48% e nel 2030 al 25%.

I contenuti del portale Visit Europe sono stati realizzati tenendo conto delle esperienze dei viaggiatori.

La comunicazione ad una via non è più efficace. I viaggiatori cercano esperienze che si rivolgano a loro come individui.

Il portale che si propone di essere una piattaforma di “ispirazione” grazie alla quale pianificare il viaggio ed è completato da un’app per iOS sviluppata da Amadeus.

Il sito Visit Europe è attualmente disponibile in inglese, spagnolo, francese, portoghese, giapponese e cinese.

Photo credit: www.euintheus.org

Marcello Coppola

Attualmente sono un "libero" professionista. Sono stato capo ricevimento presso il Grand Hotel Europa Palace di Sorrento, sales manager presso il Conca Park Hotel di Sorrento, consulente di marketing per attività ricettive e ristorative, presidente dell'Associazione Non solo teoria operante nel settore della formazione professionale in ambito turistico. Amo la tecnologia, il Marketing ed i Social Media con una forte connotazione verso il settore del Turismo. Devo molto ad eventi formativi quali "BTO - Buy Tourism Online" ed il "WHR - Web Hotel Revenue". Credo che la formazione continua sia la prerogativa di ogni professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *