Be-Wizard! 2012 e la consapevolezza della talpa

Quando si partecipa ad eventi come il Be-Wizard! si viene a contatto con una mole di informazioni, spunti ed idee che vanno metabolizzate.

A Marzo del 2012 ho avuto l’onore di partecipare al principale evento dedicato al Web Marketing in Italia in qualità di vincitore del blogger contest insieme ad altri quattro blogger: Emanuele BonanniDanilo Pontone (non presente nella foto), Fabrizio Todisco e Stefano Struia.

Vincitori blogger contest Be-wizard! 2012

E’ stata un’esperienza importante per me, non solo per l’orgoglio di essere stato votato da 555 persone, ma anche per il contenuto formativo che mi sono portato a casa.

Non nascondo che molti spunti li ho ricevuti grazie alle chiacchierate fugaci che ho avuto il piacere di intrattenere con alcuni relatori dell’edizione 2012 del Be-Wizard!

Fondamentale è stato l’incontro con Mauro Delluniversità, Consulente in Marchi e Internet Governance presso l’Ufficio di Vicenza del Gruppo Barzanò & Zanardo che al Be-Wizard! ha parlato di “Copyright e marchi tra adwords e social media: come non rimanere intrappolati nella Rete“.

Mauro mi ha colpito particolarmente perché ha trattato un argomento sul quale non avevo mai messo l’accento, cioè l’importanza di registrare un marchio soprattutto quando lo si pubblica su di una media capace di raggiungere potenzialemtne tutti gli abitanti del pianeta. Altra questione fondamentale è la registrazione dei domini ed in questo ambito Mauro ci ha parlato del caso Armani ed altri casi che hanno fatto la fortuna dei “piccoli” a scapito delle grosse multinazionali.

Altro speaker molto, ma molto interessante è stato Marco Cilia. Devo essere sincero, non ho avuto modo di ascoltarlo durante l’evento, ma ho avuto il piacere di essere seduto allo stesso tavolo con lui e Stefano Gorgoni durante la cena organizzata da “Titanka!” e, da bravi patiti della materia, non abbiamo fatto altro che parlare di Marketing, Analytics, Gambling e SEO. Una chiacchierata veramente illuminante soprattutto riguardo la strategia di Google con l’introduzione di Google Plus.

Non mi vergogno ad affermare pubblicamente che, in quell’occasione, ero scettico riguardo all’utilità del social network di Google, mentre sia Marco che Stefano ci credevano già allora, agli albori di quello che è inappropriato chiamare social network, ma che al momento non saprei ancora definire diversamente.

Il confronto con Marco Cilia mi è anche servito per comprendere ancora meglio l’importanza che hanno lo studio e l’analisi delle statistiche di un sito web al fine di identificare le abitudini di coloro che ci visitano, i risultati delle nostre strategie di marketing e per impostare nuove campagne pay per click performate sulle nostre reali esigenze in modo da ottenere il miglior risultato con il minor sforzo.

In tutto ciò, devo essere sincero, c’è stato un “personaggio” che, con una sola frase, detta proprio dal palco del Be-Wizard! mi ha donato una consapevolezza che ha cambiato il mio modo di agire da lì in poi: “se mettessimo in pratica il 10% delle cose che abbiamo imparato durante questi due giorni, avremmo un web diverso“. Queste sono le parole pronunciate dal prof. Rodolfo Baggio e hanno svegliato in me una consapevolezza che mi accompagna in ogni nuova iniziativa. La consapevolezza di una talpa che per guardare troppo lontano non riusciva a vedere ciò che possedeva.

Il prof. Rodolfo Baggio al Be-Wizard! 2012

Grazie a coloro che mi hanno votato, grazie al Be-Wizard! ed a tutti i relatori e grazie al prof. Baggio.

Marcello Coppola

Attualmente sono un "libero" professionista. Sono stato capo ricevimento presso il Grand Hotel Europa Palace di Sorrento, sales manager presso il Conca Park Hotel di Sorrento, consulente di marketing per attività ricettive e ristorative, presidente dell'Associazione Non solo teoria operante nel settore della formazione professionale in ambito turistico. Amo la tecnologia, il Marketing ed i Social Media con una forte connotazione verso il settore del Turismo. Devo molto ad eventi formativi quali "BTO - Buy Tourism Online" ed il "WHR - Web Hotel Revenue". Credo che la formazione continua sia la prerogativa di ogni professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *